Home » News » Al via la seconda fase dello STE Project dell’Università di Bologna

Al via la seconda fase dello STE Project dell’Università di Bologna

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

COMUNICATO STAMPA

Il futuro in Mar Rosso: eco-sub in prima linea insieme all’Università

Il Marine Science Group (MSG) del Dipartimento di Biologia Evoluzionistica dell’Università di Bologna ha ancora bisogno dell’aiuto di tutti i cittadini per il monitoraggio del Mar Rosso nell’ambito del progetto: STE: Scuba Tourism for the Environment
www.STEproject.org

E’ appena partita la seconda fase del progetto STE!

Dopo l’enorme successo ottenuto nei primi 4 anni (oltre 17500 schede registrate, e oltre 80 milioni di contatti mediatici prodotti), il progetto andrà avanti, con l’obiettivo di monitorare l’intero Mar Rosso.

Le grandi novità del nuovo STE non riguardano solo i tempi ma anche i luoghi: oltre ai siti già consueti del Mar Rosso anche chi si spingerà fino a mete meno turistiche come Berenice, nell’Egitto meridionale, Sudan, fino a Yanbù Al-Bahr e Rabigh nella penisola Araba potrà partecipare facendo diventare così il progetto il più grande monitoraggio delle barriere coralline mai realizzato in Mar Rosso!

In Eudi Show (Salone delle Attività Subacquee, Bologna 11-14 Febbraio) e BIT (Borsa Internazionale del Turismo, Milano 17-20 Febbraio) sono state presentate e distribuite le nuove schede per partecipare al progetto.

La semplicità del sistema di raccolta dati è il punto di forza di STE; per compilare le schede infatti non è necessario essere ricercatori, biologi o scienziati ma solo prestare attenzione agli organismi che si vedono sotto il pelo dell’acqua o nelle profondità raggiungibili con le bombole. Tornati all’asciutto basta compilare un questionario.

Dai il tuo contributo con 4 semplici mosse!
1.RICHIEDI la scheda STE nella struttura che ti ospita (sul sito www.STEproject.org potrai trovare tutti i centri che collaborano);
2.LEGGI i consigli per la tua vacanza “ecosostenibile”;
3.IMPARA a riconoscere la fauna del Mar Rosso con l’aiuto della guida o dell’istruttore subacqueo;
4.COMPILA il questionario subito dopo le tue immersioni, segnalando gli organismi che hai incontrato, e consegnalo all’istruttore, altrimenti metti tutto in valigia e spedisci le tue schede all’indirizzo che trovi in calce alla scheda.

Da oltre dieci anni il gruppo di ricerca MSG ( www.marinesciencegroup.org ) si occupa di “citizen science”. La scienza dei cittadini coinvolge volontari, a cui piace immergersi e fare snorkeling, nella salvaguardia di quel mare che tanto amano. STE: Scuba Tourism for the Environment è solo l’ultimo tra i progetti di turismo sostenibile di MSG: i precursori sono stati i due progetti sviluppati per il Mar Mediterraneo: “Missione Hippocampus Mediterraneo” e “Sub per l’Ambiente”. Articoli scientifici riguardanti questi progetti sono stati pubblicati su prestigiose riviste internazionali e questo ha permesso che il metodo di raccolta e di elaborazione dei dati fosse validato dalla comunità scientifica internazionale e fosse messo a disposizione di tutte le università del mondo con la relativa banca dati.

Sostenitori dell’Università in questo progetto sono diversi enti pubblici e privati:

Ministero del Turismo Egiziano – Ufficio Turistico Egiziano, che sostiene economicamente il progetto fin dalla sua creazione;

Settemari S.p.A. Tour Operator, che collabora attivamente al progetto soprattutto nell’area di Marsa Alam;

Scuba Nitrox Safety International (SNSI), l’agenzia di didattica subacquea che coinvolge migliaia di subacquei nel progetto;

ASTOI – Associazione dei Tour Operator Italiani, rappresenta i principali Tour Operator Italiani e collabora con l’Univeristà di Bologna dal 2002;

Neos S.p.A.,la compagnia aerea che fornisce il supporto logistico per il trasporto delle schede dall’Egitto all’Italia

Un importante contributo alla ricerca arriva anche dai Diving Center Viaggio nel Blu e Holiday Service, entrambi a Sharm el Sheikh.

Per maggiori informazioni contattare:
Ufficio Relazioni Esterne
Marine Science Group
Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
Via Selmi 3 – 40126 Bologna
Tel: 0512094244
Web: www.marinesciencegroup.org
E-mail: simone@marinesciencegroup.org
Skype: Marine Science Group – University of Bologna

I numeri del progetto

Le zone geografiche del progetto

I dati raccolti durante i primi 4 anni di progetto ci hanno permesso di analizzare lo stato della biodiversità marina del Mar Rosso. Una rappresentazione sintetica dei risultati ottenuti è riportata nella figura a lato. Individuare i trend spaziali e temporali consente di realizzare mirati programmi di recupero o conservazione del territorio da parte delle istituzioni locali. Il Governo Egiziano, con il Ministero del Turismo, è interessato ad avere dati continui ed aggiornati sull’ambiente costiero e marino, su cui si basa gran parte del business turistico. I risultati del progetto STE potranno essere utilizzati per la gestione delle aree da salvaguardare e aumentare la consapevolezza naturalistica dei turisti. Il proseguimento di questa ricerca consentirà di ottenere una notevole banca dati pluriennale, che renderà questo progetto il più ampio monitoraggio ambientale mai realizzato in Mar Rosso.

Scarica il report completo! Lo trovi sul sito: www.STEproject.org

Tags: , , , ,

Category: News

Leave a Reply