Home » News » News Pesca in Apnea » A Salvatore D’Angelo il 25° Trofeo Komaros – 8° Memorial Fabio Bolli

A Salvatore D’Angelo il 25° Trofeo Komaros – 8° Memorial Fabio Bolli

| 21 maggio 2008 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto Dopo mesi di rinvii si è finalmente svolto il ’25° trofeo KOMAROS ‘ 8° Memorial Fabio Bolli” di pesca in apnea. La vittoria individuale è andata all’anconetano Salvatore D’Angelo, mentre le piazze d’onore sono spettate a Roberto Campeggi di Pesaro e Lorenzo Cioffi di Ancona. Vittoria a squadre per il Kòmaros Sub di Ancona.

Sabato 17 maggio si è finalmente svolta ad Ancona la venticinquesima edizione del ‘Trofeo KOMAROS Sub 8° Memorial Fabio Bolli’ di pesca in apnea, in ricordo di Fabio Bolli fondatore del club anconetano e giudice di gara federale prematuramente scomparso.
La gara, iscritta in calendario per lo scorso mese di ottobre, aveva subito una serie interminabile di rinvii a causa del maltempo, tanto da dover essere recuperata di sabato a causa dell’affollamento degli appuntamenti agonistici. Anche questa settimana la sfortuna sembrava accanirsi contro gli organizzatori: da venerdi pomeriggio iniziava infatti a soffiare un forte vento da sud, che portava una fastidiosa onda lunga a battere sulla costa. Alcuni degli atleti iscritti, viste le condizioni meteo, non si presentavano affatto e così si registravano solo diciannove presenze. Sabato all’alba le onde iniziavano a crescere di dimensioni e l’acqua ad intorbidarsi, all’uscita dal Porto di Ancona i gommoni si trovavano ad affrontare un mare già formato sotto una scura cappa di nuvole. La direzione di gara proseguiva comunque fiduciosa il cammino verso il campo di gara che si trovava tra la baia di Portonovo ed il promontorio del Conero, qui il mare era meno agitato e l’acqua risultava ancora sufficientemente limpida da permettere la gara.
Ottima come sempre l’organizzazione del Kòmaros Sub di Ancona che disponeva lungo il campo di gara tre mezzi veloci per la direzione di gara e l’assistenza, con a bordo medico e sub di soccorso mentre sette gommoni assistevano i diciannove atleti scesi in acqua.
La gara era veramente faticosa, sia per gli atleti che per gli assistenti, a causa della fastidiosa onda lunga e per l’acqua fredda, inoltre frequenti acquazzoni facevano sembrare la giornata più novembrina che di metà maggio.
Anche i pesci erano scarsi, completamente assenti nel sottocosta ed in tana, qualche presenza di mormore e cefali si registrava invece al largo, al confine tra scoglio e sabbia.
Per tutta la prima ora si segnalavano solo un paio di catture, un cefalo nel carniere di Palazzetti alla estremità nord del campo gara ed una mormora nel cavetto di Trebbi alla estremità sud. Poi D’angelo nella zona centrale del campo gara individuava una zona al largo dove pascolavano alcuni pinnuti ed infilava un paio di cefali ed una bella spigola sopra al chilo (che risulterà la preda più grande della giornata). Ancora più al largo Campeggi trovava alcuni branchi di mormore e riusciva a catturarne quattro tra le quali una di oltre sei etti, a poca distanza e sempre al confine tra scogli e sabbia anche Cioffi faceva alcune catture di mormore e cefali di peso appena sufficiente.
Quasi a fine gara Tarsetti riusciva a catturare una spigola di circa 600 grammi che grazie al bonus di specie gli consentiva un grosso balzo in avanti nella classifica teorica della giornata.
La pesatura veniva svolta al rientro al Porto Turistico Marina Dorica, dove il giudice di gara Marco Ammassari, coadiuvato dalla segreteria di gara, sbrigava in pochi minuti le formalità e stilava la breve classifica.
Palazzetti si vedeva scartare varie prede per pochi grammi e solo due pesci restavano validi, stessa sorte per Cioffi cui restavano tre prede, mentre i cinque pesci di Campeggi erano tutti validi. Grazie ai bonus, introdotti nel regolamento federale 2008, la spigola di un chilo e trecento grammi catturata da Salvatore D’Angelo insieme a due cefali facevano totalizzare 5.626 punti, portando il portacolori del Kòmaros Sub Ancona sul gradino più alto del podio. La classifica finale era pertanto:

1° Salvatore D’Angelo (Kòmaros Sub Ancona) con una spigola e due cefali ‘ punti 5.626
2° Roberto Campeggi (Sub Tridente Pesaro) con quattro mormore ed un cefalo ‘ punti 3.906
3° Lorenzo Cioffi (Kòmaros Sub Ancona) con due cefali ed una mormora ‘ punti 2.490
4° Giacomo Tarsetti (Kòmaros Sub Ancona) con una spigola ‘ punti 2.182
5° Danio Palazzetti (Kòmaros Sub Ancona) con due cefali ‘ punti 2.036
6° Andrea Curzi (Monsub Jesi) con due cefali ‘ punti 1.442
7° Luca Giaccaglia (Kòmaros Sub Ancona) con una mustela ‘ punti 1.074
8° Ettore Trebbi (Sub Tridente Pesaro) con una mormora ‘ punti 870
9° Andrea Coli (Centro Subacqueo Pesaro) con una mormora ‘ punti 850

Seguono dieci concorrenti con nessuna preda.
La classifica per società ha visto prevalere il KOMAROS SUB ANCONA con punti 55, secondo il SUB TRIDENTE PESARO con punti 33, terzo il MONSUB JESI con punti 17 e quarto il CENTRO SUB PESARO con 14 punti.
La premiazione avvenuta dopo il pranzo di rito, è iniziata con un minuto di raccoglimento in memoria dello scomparso Fabio Bolli.
Particolarmente ricco il montepremi grazie agli sponsores : ALL SPORT FALCONARA, BONIFAZI CENTER SHOP NUMANA, CRESSI SUB e PONTI RADIO MARCHE COMUNICAZIONE.

Tags: , ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply