Home » News » News Pesca in Apnea » A Luglio la Prima Coppa Internazionale di Pesca Subacquea

A Luglio la Prima Coppa Internazionale di Pesca Subacquea

| 18 maggio 2002 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Nei giorni 12, 13 e 14 Luglio, le acque antistanti il piccolo paese di Paliùri nella penisola Calcidica in Grecia saranno teatro della Prima Coppa Internazionale di Pesca Subacquea, gara a coppie del tutto particolare che già si preannuncia come una futura Classica.
Infatti potranno partecipare – su invito – solo campioni nazionali o internazionali, che saranno però liberi di scegliersi il proprio compagno, che potrà anche non essere un campione di fama.
Sono previste due giornate di gara da 6 ore ciascuna.
Il responsabile nonché ideatore di questo progetto è Manolis Peristeris, un atleta molto conosciuto in Grecia sia per le sue vittorie in campo agonistico che per le sue iniziative riguardanti il mondo delle gare.
L’organizzazione assicurerà agli atleti partecipanti il soggiorno completo in un ottimo albergo della zona, per i tre giorni della manifestazione. Il primo giorno Venerdì 12 Luglio sarà dedicato alla cerimonia di apertura e alla presentazione della gara – con traduzioni simultanee in inglese, francese, spagnolo e italiano -, mentre i due giorni seguenti si svolgerà la gara vera e propria. L’organizzazione metterà a disposizione di ogni squadra un gommone per i due giorni di gara.
Vi saranno ricchi premi per le squadre che si piazzeranno ai primi 6 posti della classifica, premi che saranno offerti dai vari sponsors della manifestazione. Oltre ai premi, le prime tre squadre si spartiranno un cospicuo montepremi in denaro di 6.000 Euro: 3.000 alla prima, 2.000 alla seconda e 1000 alla terza.
Il regolamento prevede che chi avrà la possibilità di recarsi in anticipo sul luogo non potrà attuare una preparazione del campo gara superiore a 5 gg. Durante la preparazione sarà vietato il prelievo di pesce da parte degli atleti.
Il peso minimo delle prede è fissato in 500 grammi, quello della cernia comune (Epinephelus Marginatus) in 4 kg. Cernie bianche e dorate, dotti, saranno considerati prede valide dai 2 kg, come anche gronghi e murene, che però varranno 2.000 punti indipendentemente dal peso.
Ad ogni preda valida sarà attribuito un punteggio iniziale di 500 punti più un punto a grammo. Al dentice si accorderà un bonus di 2.000 punti ed ogni pesce di specie diversa farà guadagnare alla squadra un bonus di 500 punti. Peso massimo per quanto riguarda il punteggio è 10 kg.
L’organizzazione ha manifestato l’intenzione di invitare alcuni campioni italiani che si sono contraddistinti, anche nel più recente passato, sia a livello nazionale che a livello internazionale.

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply