Home » News » A lezione da Roberto Tiveron

A lezione da Roberto Tiveron

| 8 maggio 2007 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Scorcio di Perugia – foto A.Balbi

Che cos’è la pesca in apnea?
Agli occhi di molti di noi questa può apparire una domanda banale ma se sei un atleta che al mare, alla sua frequentazione in sicurezza ed alla divulgazione di questo modo di interpretare il divertimento senza respiro ha dedicato tutta la tua vita professionale ed umana, la continua ricerca di una risposta in chiave critica a tutte le scoperte scientifiche, sia riguardo gli aspetti medico/fisiologici che tecnologici delle attrezzature da impiegare, diventa una ‘mission di vita’.
Se a questo aggiungi una schiettezza d’animo unica nel suo genere ed un amore infinito per la condivisione delle proprie esperienze in mare a 360 gradi, non puoi che chiamarti Roberto Tiveron!
Roberto è in poche parole tutto questo; il suo modo di sprigionare passione e veracità da tutti i pori della pelle ha fatto si che, nel tempo, molte persone che hanno imparato a conoscerlo ed apprezzarlo abbiano, con costanza, dato vita con lui ad una serie di iniziative per informare e diffondere la pratica della pesca in apnea in sicurezza e in pieno divertimento.
L’ultima di queste iniziative, in ordine di tempo, si è svolta lo scorso 2 marzo a Perugia.

Un momento della serata

Perugia, come tutta l’Umbria, è una terra che per molti versi ha dell’incredibile; la passione per il mare di moltissimi umbri è proporzionale alla distanza che questo territorio ha dal continente blu; tanto viva che pur di andare sott’acqua ci si inventa persino di immergersi dentro i pozzi per l’acqua potabile, come già in passato abbiamo avuto modo di illustrarvi.
Quella del 2 marzo è stata una vera propria serata di mare; grazie all’impegno dei ragazzi dell’Orsa Minore Apnea, guidati dall’instancabile Enrico Guadalupi, di Roberto Tiveron, di Enzo Gulisano e della nuova gestione del negozio Blu Sport, anche Perugia ha potuto assaporare un po’ di salsedine durante tutto l’incontro; incontro a cui la città ha risposto con una grande partecipazione.
Tanti gli argomenti trattati, dall’apnea all’allenamento, dalle attrezzature al comportamento delle varie specie ittiche ma con un unico denominatore: divertirsi pescando in apnea.
La serata è stata seguita anche da diversi divers storici perugini, a conferma del desiderio di unità che anima il movimento subacqueo del capoluogo umbro.
A tal proposito una parola va spesa a favore del nuovo titolare del negozio Blu Sport Nicola Connestabile che sta cercando di riallacciare i rapporti con la subacquea perugina con grande impegno e buonsenso.

Lo staff e alcuni dei partecipanti con Roberto Tiveron

In qualità di relatore dell’incontro, Roberto Tiveron, ha affrontato tutte le questioni legate alla pesca in apnea moderna, esaminandone tutti i risvolti tecnici, tattici e fisiologici collegati, illustrando inoltre l’evoluzione dei materiali negli ultimi anni.
A questo scopo si è avvalso non solo delle sue personali esperienze ma, come spesso accade, ha coinvolto nei suoi meeting anche le competenze specifiche dei costruttori dei materiali dedicati a noi pescasub; in questo caso ospite e anfitrione della serata è stato Enzo Gulisano, titolare della Maorisub che detiene il brevetto del famoso Mamba, che ha spiegato l’evoluzione dei fucili oleopneumatici negli ultimi quindici anni, non mancando di svelare alcuni interessanti particolari del funzionamento delle sue ‘creature’.

Ciò che ci preme porre in evidenza è la continuità che gli uomini Blue Deep mettono nella programmazione delle loro attività anche per il prossimo futuro.

In tutti i week end del periodo che va da giugno a settembre sono infatti previste giornate di pesca con Roberto Tiveron, lungo il litorale Laziale, e con Massimo Quattrone, nelle cristalline acque sarde; con l’uso dei mezzi nautici dell’organizzazione ed un basso numero di partecipanti per battuta, le ‘guide’ avranno la possibilità di seguire singolarmente ogni partecipante e correggere eventuali errori durante l’azione di pesca; sarà così possibile valutare nel modo appropriato tecniche e materiali da utilizzare di volta in volta.

Nei giorni 18, 19 e 20 maggio, nella splendida cornice dell’isola del Giglio, si svolgerà invece uno stage di pesca in apnea con Roberto Tiveron, Massimo Quattrone ed Armando Lombardi, di cui è possibile reperire il programma anche nella sezione corsi di AM; il clou dell’evento si avrà poi durante i giorni 26 e 27 maggio con la festa che concluderà il corso e che vedrà più di sessanta pescatori in acqua; la partecipazione a questi stage, tra l’altro , da’ diritto ad ottenere il brevetto di pesca in apnea sportiva rilasciato dalla F.I.P.S.A.S.

Tags: ,

Category: News

Leave a Reply