Home » Pesca in Apnea » Agonismo » A Gabriel Bon il quinto trofeo Nautica Grignano

A Gabriel Bon il quinto trofeo Nautica Grignano

| 21 ottobre 2007 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Il vincitore Bon con il suo carniere – Foto: S. Claut

Domenica 7 ottobre si è dato inizio al circuito delle selettive valide per la qualificazione alle semifinali italiane centro nord per il 2008; ad aprire ‘le danze’ c’era anche la società Nautica Grignano, che come sempre ha sfoderato un’ottima organizzazione grazie alla logistica della società ed all’impegno dei soci, che si sono prodigati per il buon esito della manifestazione.
Da notare la presenza di ben sette nuovi atleti provenienti dalla società Nuoto Pinnato Vicenza e dal Circolo Pordenonese Sommozzatori, che hanno arrichito il panorama agonistico locale di solito abituato alle stesse facce, sicuramente un fatto positivo per il nostro amato sport.
Bella la giornata di sole accompagnata però da un forte vento di Bora che ha impedito ad alcune barche di assistenza di raggiungere il campo gara dal porto di Trieste, problema tempestivamente risolto dalla società con l’aiuto di un barcone di proprietà di un mitilcoltore.
Per fortuna il campo gara da Grignano ai Filtri di Aurisina è ridossato dal forte vento, ma le raffiche che si incanalano parallelamente alla costiera triestina hanno dato non pochi problemi a quei atleti che hanno deciso di impostare la gara più a largo.
Alle 8:30 il giudice di gara dà il segnale di partenza e come sempre si assiste alla corsa degli atleti sulle posizioni migliori. In particolare, in preparazione sono stati avvistati numerosi cefali in un varco tra gli allevamenti di mitili verso i Filtri, dove non a caso numerosi atleti hanno impostato la partenza.
Troviamo così il gruppo costituito da Paris, Novel, Bon e Mastromauro nel quale ha la meglio il giovane Paris arrivando sul posto con un buon margine di distacco dagli altri. Nella prima mezz’ora con degli aspetti sul fondo in prossimità dei corpi morti degli allevamenti di cozze riesce a catturare ben 4 cefali, sicuramente un buon inizio; successivamente insiste con la stessa tecnica non ottenendo altre catture, così prova la carta dei gronghi spostandosi in costa, ma la ricerca tra i massi della costiera non dà i frutti sperati.
Novel e Bon del circolo Ghisleri, anche se in ritardo, riescono a sfruttare il posto catturando un cefalo ciascuno; poi, mentre Novel resta fermo con le catture, Bon insistendo con aspetti sul fondo durante un attesa si vede passare davanti il jolly della gara: una bellissima spigola di 3,3kg che prontamente cattura con il suo arbalete, mettendo una seria ipoteca sulla vittoria.
Sembra che i jolly non siano finiti con Bon, infatti Roberto Mastromauro, neoacquisto della società organizzatrice, durante un lenta caduta per tentare un aspetto si vede sfilare la sorella maggiore della spigola catturata da Bon, prontamente allinea il fucile e al volo spara prima che il branzino sparisca nel torbido. Non seguiranno altre catture ma con una spigola di 4,2kg a cavetto anche l’atleta della Nautica Grignano può sperare nela vittoria.

Roberto Mastromauro, secondo classificato con una splendida spigola – Foto: S. Claut

Andrea Cernuta del Ghisleri, come al solito, imposta la gara a terra dove nonostante qualche problema fisico riesce a mettere insieme il carniere più variegato della gara: una corvina e tordo verdone con l’aggiunta di 4 gronghi, anche lui può sperare nella zona podio.
Stefano Claut della Nautica Grignano partecipa alla gara fuori classifica e pescando verso Grignano cattura l’unico tordo pavone in peso della gara e 6 gronghi di cui 5 validi; sembra che verso Grignano di pesce ne giri veramente poco, Caiffa del circolo Adria riesce comunque a catturare una bella spigola pescando nei vivai e un grongo, che gli garantiranno un 6° posto in classifica.
Male per Degrassi del Tergeste che pescando nei vivai riesce a catturare solo una spigola media e un grongo a terra. Infine Igor Bisulli -anche lui fuori classifica- pescando ‘per divertimento’ nei vivai cattura una spigola e un’orata di medie dimensioni.
Altra nota di rilievo è la presenza di Euro Fradel del circolo Ghisleri, diciottenne al debutto nel circuito triestino e proveniente dal nuoto pinnato. Purtroppo riuscirà a catturare solo un tordo e un grongo non validi, sicuramente avrà modo in futuro di rifarsi, ma già la sua presenza è di buon auspicio per il futuro di questo sport.
Alle 12:30 terminano le ostilità, gli atleti vengono riportati al porticciolo di Grignano e successivamente tutta la combriccola si sposta per raggiungere la sede della società, dove è stato allestito un gazebo e dove avverrà la pesatura.
Solo 14 atleti su 32 hanno prede valide: in effetti -ad esclusione dei due spigoloni- è uscito poco pesce. L’attesa è per il primo posto, tra Mastromauro e Bon la spunta quest’ultimo con 200 punti scarsi di vantaggio, terzo Andrea Cernuta che finalmente riesce ad imporsi in zona podio, quarto posto per Paris del Ghisleri, quinto fuori classifica Claut Stefano.
Subito dopo, come da consuetudine, l’ottima organizzazione della società si mette al lavoro offrendo un’eccellente pastasciutta ai frutti di mare, del prosciutto caldo in crosta e bibite varie.
Viene poi stilata la classifica e per quanto riguarda le premiazioni come ogni anno verranno recapitati a casa gli inviti per la serata di fine anno della società, dove verranno premiati tutti gli atleti di tutti i settori sportivi per l’attività del 2007.
Appuntamento quindi al 21 ottobre per la selettiva del circolo Tergeste.

Il quarto classificato Dennis Paris – Foto: S. Claut

INTERVISTE AI PROTAGONISTI

GABRIEL BON 1° CLASSIFICATO

Complimenti Gabriel per questa vittoria, visto che partecipi da poco alle selettive hai già raggiunto un buon traguardo. Ci racconti la tua gara?

Sono partito verso un varco dove si stavano dirigendo Paris e Novel, mi hanno staccato e così ho deciso di fermarmi poco prima e di lasciare il posto buono a loro. Nella prima ora ho pescato senza vedere un pesce, poi mi sono spostato nel varco buono dopo aver aspettato che si calmassero un po’ le acque. Ho passato il resto della gara facendo aspetti molto lunghi sul fondo, tentando la cattura dei cefali che sapevo essere stanziali nella zona.
La scelta mi ha fruttato un cefalo e poi durante un aspetto sul fondo mi è arrivata la spigolona di 3,3kg che ho prontamente catturato, con questi due pesci a cavetto ho tirato un sospiro di sollievo e ho capito che potevo vincere la gara.

Qualche rammarico?

Si, ho strappato un cefalo ma bisogna dire che i pesci erano molto nervosi perché in zona avevano già pescato diversi atleti.

ROBERTO MASTROMAURO 2° CLASSIFICATO

Complimenti anche a te, un bel piazzamento. Raccontaci di come hai impostato la gara…

Devo dire che sono molto contento per me e anche per la società Nautica Grignano, dove da poco sono iscritto.
Ho deciso di fare la gara all’aspetto sperando nella buona sorte, avevo trovato anch’io i cefali ma Paris è arrivato per primo, quindi ho pescato battendo tutti i corpi morti della zona. Durante una caduta ho visto la spigolona passarmi sotto, l’acqua era sporchissima, ho allineato velocemente l’arbalete prima che il pesce sparisse nel torbido, e ho sparato al volo con un tiro alto ma efficace.

Di solito prendi sempre diversi gronghi, come mai questa volta niente?

Per quanto riguarda i gronghi devo dire che in questa gara non avevo grosse velleità e che non l’ho preparata come avrei voluto per vari motivi.
Dopo la cattura della spigolona ho insistito al largo sperando di catturare ancora qualche pesce, mentre avrei dovuto tentare la sorte a terra per catturare qualche grongo.
Questo piazzamento mi ha dato nuovi stimoli per le prossime gare dove ho già deciso che preparerò con grande impegno.

ANDREA CERNUTA 3°

Finalmente in zona podio, sei soddisfatto?

Per niente, per questa gara ero intenzionato a vincere, l’avevo preparata molto bene, purtroppo non stavo bene fisicamente e ho perso più di mezz’ora di gara senza riuscire a pescare.

Solita pesca in tana e agguati in frana?

Si, ormai sono specializzato in questo tipo di pesca, avevo le corvine marcate e diversi tordi, pensa che il giorno prima avevo marcato un cappone di circa mezzo chilo, preda rara per la costiera, pesce che poi purtroppo non ho ritrovato.
Poi ho ripiegato sui gronghi prendendone 4 validi, insomma poteva andare un po’ meglio e poi le due spigolone hanno stravolto decisamente la classifica.

DENNIS PARIS 4°

Quarto posto per te, hai staccato tutti nella partenza sulla zona buona, come mai non sei riuscito a sfruttare di più questo vantaggio?

Veramente il vantaggio l’ho sfruttato e anche bene catturando ben 4 cefali, purtroppo ho commesso un errore madornale, ho passato i cefali a cavetto per le branchie e a causa del forte vento di bora ho perso un bel cefalo dal cavetto, fatto che mi è costato il terzo posto.

Tags: ,

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply