Home » Articoli » A Crotone il I° Memorial “Pierfrancesco Ciglio”

A Crotone il I° Memorial “Pierfrancesco Ciglio”

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Il giorno 26 maggio 2013 si è svolto nelle acque antistanti Crotone il I° Memorial Pierfrancesco Ciglio.

Fortemente voluto da Rino Ruperti (presidente del club nel quale militava agonisticamente Pierfrancesco, il Kroton Apnea) ed Andrea Scimone nella qualità di responsabile regionale del settore subacqueo della FIPSAS, è stato organizzato dalla Kroton Apnea in collaborazione con le società Isola Ambiente Apnea e Lega Navale Italiana sezione Le Castella, ed ha avuto il supporto determinate dello Yachting Kroton Club guidato dal Presidente Ugo Pugliese, nonchè Delegato Provinciale FIPSAS.

Gli sponsor della manifestazione sono stati FRAMIR (negozio di pesca di Crotone che ha messo a disposizione una ventina di premi tra cui una tuta e un paio di pinne); Sax Sub Mute su Misura, Sigal Sub, Il Vicolo delle Ceramiche di Emanuel Vizzacchero, lo Yachting Kroton Club, lo Jonio Sub, Sub Elite di Saverio Mangiacasale, Re Drink di Giuseppe Mercurio.

La manifestazione ha visto la presenza di tutta la famiglia di Pierfrancesco innanzitutto la moglie Tiziana e la figlia Sofia, che hanno voluto essere presenti durante tutto l’arco della manifestazione, dalla partenza alla premiazione; hanno infatti seguito la gara a bordo di una imbarcazione messa a disposizione di uno dei soci dello Yachting Kroton Club. Prima della fine della gara e della pesatura, sono giunti anche i due anziani genitori e altri parenti del caro Pierfrancesco.

Tutti hanno vissuto, insieme agli atleti e ai numerosi spettatori, momenti di intensa commozione.

L’obbiettivo principale di questo primo memorial, pienamente riuscito, era quello di ricordare un caro amico, una bravissimo atleta, un uomo sincero e disponibile: uno di noi che, purtroppo inspiegabilmente, ci ha lasciato prematuramente l’8 ottobre di due anni fa, a soli 38 anni, teoricamente nel pieno delle proprie forze psico-fisiche,  durante una battuta di pesca al largo del porto di Vibo Marina.

Ma proprio questa disgrazia ci deve far riflettere sulla pericolosità dello sport che amiamo e sulla necessità di affrontarlo con il massimo rispetto e ricordando sempre che “un pesce non vale una vita umana”.

La gara, valevole sia come selettiva della zona (Calabria-Basilicata) 9 2012-2013 che come Campionato Regionale 2013, ha visto la partecipazione di 32 atleti appartenenti a 8 diverse società: Apnea Magazine (GR), Maratea Sub (PZ), Mimmo Arena (RC), Jonio Sub (CZ), Chico Sub (CZ), Isola Ambiente Apnea (KR), L.N.I. Le Castella (KR) e Kroton Apnea (KR).

Il campo di gara era posizionato a ridosso dell’inizio di una delle più grandi Aree Marine Protette d’Italia, quella di Capo Rizzuto, che con i suoi quasi 50 km di costa racchiudono tutta la zona di coralligeno della zona Jonica calabrese. Andava dal Lido San Leonardo fino a Casa Rossa: circa 3 km di costa che si presentavano come difficili e, nonostante la posizione, presentava pochissimo pesce segnato.

Gli atleti sono stati portati al centro del campo gara dove il giudice  Antonio Desimone, coadiuvato dal direttore di gara Franco Liberti, ha dato il via alla competizione. L’appuntamento era fissato dopo quattro ore sempre al centro del campo di gara, dove, dopo aver consegnato il cavetto, gli atleti sono stati recuperati dalle imbarcazioni di appoggio (8) messe a disposizione dall’organizzazione.

Due troupe televisive (RAI TRE e ESPERIA TV) hanno seguito l’evento per l’intera giornata, effettuando anche riprese subacquee durante la gara stessa.

Al via, la stragrande maggioranza degli atleti ha preferito dirigersi verso terra dove, nei giorni precedenti, si era vista la presenza di qualche branco di cefali al limite del peso.

Una bella immagine del folto gruppo di partecipanti

Alcuni, invece, hanno deciso di impostare la gara più in profondità e, nonostante l’acqua più sporca e fredda ed il vento tesissimo, qui era concentrata la maggior quantità di prede; infatti i carnieri più belli sono stati effettuati dalla batimetrica dei -12 mt di fondo in poi.

Un aneddoto: al suono della triplice sirena (segnale di chiusura gara), tre atleti dell’Isola Ambiente Apnea, dopo aver consegnato i cavetti, si sono visti passare letteralmente tra le gambe un grosso barracuda di 3-4 chili.

Da notare che, nonostante il campo di gara, praticamente confinasse con l’area marina protetta “Capo Rizzuto”, non si è affatto notata la pretesa funzione di ripopolamento che questi pezzi di mare chiusi alla pesca sportiva in apnea dovrebbero avere (ben 20 N.C.).

Sorge spontanea una domanda: vale la pena continuare a considerare i pescatori in apnea gli unici fruitori incompatibili con le aree protette?

Al rientro in porto gli atleti hanno potuto godere dell’ospitalità dello Yachting Kroton Club, che ha messo loro a disposizione un locale con docce (caldissime).

Dopo la svestizione c’è stata la pesatura e, come volevasi dimostrare, la particolare difficoltà del campo di gara, ha portato anche atleti blasonati a riconsegnare il cavetto desolatamente vuoto o con poche prede in peso.

Alla fine l’ha spuntata l’atleta Roberto Salmeri del Mimmo Arena di Palmi (RC) con un carniere in cui spiccavano anche due belle orate (oltre a due saraghi e due cefali tutti in peso) su Franco Calabrese dello Jonio Sub (CZ) con un carniere fatto di una splendida orata di oltre un chilo e di tre saraghi (di cui uno di quasi settecento grammi), e su Cono Corrado che pur avendo avuto scartato un pesce, ha prevalso per la terza piazza sul duo ex equo Vincenzo Mannaioli del Chico Sub (CZ) e su Claudio Marconcini del Mimmo Arena (RC).

A conclusione del circuito delle selettive accedono al prossimo Campionato Italiano di qualificazione San Foca: Roberto Salmeri e Cono Corrado.

A dimostrazione di quanto la gara sia stata comunque tirata, i minimi scarti tra gli atleti che in poco più di circa 100 punti hanno visto classificarsi ben 8 atleti.

Dopo la pesatura il lauto pranzo messo a disposizione gratuitamente dall’organizzazione composto da un primo piatto di lasagne, un secondo a base di roastbeef e cosciotti di pollo, oltre che il contorno a base di patate al forno, frutta acqua e vino a volontà.

Alla fase della premiazione hanno partecipato Il presidente Regionale FIPSAS Antonio Debilio, il Comandante della Capitaneria di Porto di Crotone C.V. Michele Maltese, la Mamma, il Papà e la Moglie di Pierfrancesco.

Toccanti e coinvolgenti gli interventi di Adrea Scimone e Rino Ruperti, nel ricordare la figura di Pierfrancesco Ciglio, “uno di noi” che intendiamo onorare e ricordare sempre, e che porteremo sempre nel nostro cuore.

Straordinaria la figura della piccola Sofia Ciglio e di sua mamma Tiziana Luberto, due donne forti e determinate di cui, siamo convinti, Pierfrancesco è stato orgoglioso.

Di seguito le due distinte classifiche:

I° Memorial “Pierfrancesco Ciglio”
Classifica selettiva zona 9 (Calabria-Basilicata)
1 Salmeri Roberto A.P.S. Palmi 4.800
2 Calabrese Franco A.P.S. Jonio Sub 4.235
3 Corrado Cono  A.P.S. Apnea Magazine 1.965
4 Mannaioli Vincenzo A.P.S. Chico Sub 1.145
4 Marconcini Claudio A.P.S. Palmi 1.145
6 Piccoli Giuseppe A.P.S. Chico Sub 1.053
7 Imbrocè Fabio A.P.S. Maratea Sub 1.015
8 Saffioti Saverio   A.P.S. Palmi 945
8 Palaia Giuseppe A.P.S. Jonio Sub 945
10 Caccamo Sergio A.P.S. Palmi 940
11 Riillo Santo A.P.S.  Lega Navale Le Castella 930
12 Pugliese Francesco A.P.S Palmi 810
Aiello Giuseppe A.P.S. Chico Sub N. C.
Anania Bernardo A.P.S. Jonio Sub N. C.
Asteriti Francesco A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Bagalà Marcello A.P.S. Palmi N. C.
De Bruno Antonio A.P.S. Palmi N. C.
Fasone Giuseppe  A.P.S. Palmi N. C.
Flora Giulio  A.P.S. Maratea Sub N. C.
Giaquinta Fabio A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Loprete Raffaele A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Macrillò Antonio A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Megna Francesco A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Megna Simone A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Mercurio Giuseppe A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Ruperti Rino A.P.S. Kroton Apnea N. C.
Scaramuzza Davide A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Scerbo Francesco A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Scimone Andrea A.P.S. Jonio Sub N. C.
Solano Andrea A.P.S. Palmi N. C.
Tolone Antonio A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Trombino Ippolito A.P.S. Maratea Sub N. C.

 

I° Memorial “Pierfrancesco Ciglio”
Classifica Campionato Regionale Calabria 2013
1 Salmeri Roberto A.P.S. Palmi 4.800
2 Calabrese Franco A.P.S. Jonio Sub 4.235
3 Mannaioli Vincenzo A.P.S. Chico Sub 1.145
3 Marconcini Claudio A.P.S. Palmi 1.145
5 Piccoli Giuseppe A.P.S. Chico Sub 1.053
6 Saffioti Saverio   A.P.S. Palmi 945
6 Palaia Giuseppe A.P.S. Jonio Sub 945
8 Caccamo Sergio A.P.S. Palmi 940
9 Riillo Santo A.P.S.  Lega Navale Le Castella 930
10 Pugliese Francesco A.P.S Palmi 810
Aiello Giuseppe A.P.S. Chico Sub N. C.
Anania Bernardo A.P.S. Jonio Sub N. C.
Asteriti Francesco A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Bagalà Marcello A.P.S. Palmi N. C.
De Bruno Antonio A.P.S. Palmi N. C.
Fasone Giuseppe  A.P.S. Palmi N. C.
Giaquinta Fabio A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Loprete Raffaele A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Macrillò Antonio A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Megna Francesco A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Megna Simone A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Mercurio Giuseppe A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Ruperti Rino A.P.S. Kroton Apnea N. C.
Scaramuzza Davide A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Scerbo Francesco A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.
Scimone Andrea A.P.S. Jonio Sub N. C.
Solano Andrea A.P.S. Palmi N. C.
Tolone Antonio A.P.S Isola Ambiente Apnea N. C.

Category: Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply